La Bull Run delle criptovalute sta per finire? Ecco cosa dovresti comprare!

Un inizio anno di fuoco per Bitcoin e le Alts

Da Gennaio 2021 abbiamo assistito a mesi intensi per le criptovalute. Oggi quasi ogni crypto ha superato il suo massimo storico, con Bitcoin che fa da traino a una bull run che non sembra avere fine.

Ci sono però alcune considerazioni molto importanti da tenere a mente. I segnali di cedimento di Bitcoin a fine Gennaio sono stati ribaltati da eventi pressoché imprevedibili e decisamente gambling-oriented. Sto parlando proprio dei tweet estremi di Elon Musk, di dichiarazioni estremamente speculative di operatori finanziari tradizionali e dulcis in fundo dall'acquisto vero e proprio di Bitcoin da parte di Tesla.
Si noti che questo acquisto è decisamente "subdolo" in quanto la dichiarazione è stata effettuata svariate settimane dopo l'atto, cosa che ha permesso all'azienda di Elon di speculare sul titolo proprio grazie alla diffusione della notizia.

Cosa sarebbe successo se tutti questi fatti non fossero accaduti? Ci saremmo fermati ai 40 mila dollari?

Probabile.

Ma con i se e i ma non si fanno le strategie, la situazione attuale è quella di un mercato che non sembra voler cedere ma che inizia a essere estremamente sopravvalutato.

Allora, su cosa puntare per evitare che un top massimo (100 mila dollari per Bitcoin) possa avere un successivo effetto frana su tutte le nostre posizioni?

Una Bull Run senza fine per le criptovalute?

Le soluzioni di scaling per Ethereum

Ethereum al momento ha una valutazione di circa 1900 dollari. Troppo? Troppo poco? Abbiamo visto che negli ultimi mesi molti rivali di Ethereum hanno avuto una rinascita proprio grazie alle cattive notizie legate alla sua scalabilità.

Inutile girarci attorno, la DEFI gira tutta su Ethereum al momento, riscrivere i software costa e nessuno si sognerebbe di migrare le applicazioni su altre blockchain. Inoltre ci tengo a sottolineare che DEFI contiene la lettera D che sta a significare decentralized. Soluzioni centralizzate (quali la chain di Binance) non risolvono il problema e non sono da considerare competitor.

Cosa succede però se il fornitore (Ethereum) diventa troppo caro e i clienti (Dapps attualmente attive su Ethereum) non possono cambiarlo?

Succede che gli utenti interessati non si avvicinano per i costi di ingresso troppo alti.

Ma, come dicevo, la fondazione Ethereum (che piccola curiosità ha sede a Zurigo vicino a dove abito) ha già raccolto troppi soldi per stare seduta a guardare mentre il suo ecosistema cade a pezzi o mentre i competitor crescono.

La soluzione in realtà esiste e consiste nell'usare protocolli aggiuntivi, leggasi layers (che vuol dire proprio strati) per gestire il problema di scalabilità. Questi layers sono già attivi e l'integrazione con le principali DAPPS è sempre più vicina.

Uniswap per esempio, di cui ho già ampiamente parlato su questo blog (se non sai cosa sia ti consiglio: Cos'è Uniswap?) integrerà quasi sicuramente una soluzione di questo tipo nella prossima versione, cosa che gli permetterà di sbaragliare nuovamente tutti i suoi concorrenti.

Quindi, ricapitolando:

  • DEFI, "Giochini" Nft, Soluzioni di prestito, Stable coins e praticamente il 99% del restante ecosistema crypto al momento gira su Ethereum
  • Nessuno ha voglia di riscrivere i propri smart contracts e migrarli su nuove blockchain, vuoi per l'immaturità di queste vuoi per la perdita di know-how che si verrebbe a creare
  • Ethereum è diventato però troppo lento, costoso e in generale poco scalabile per via della sua adozione sempre più alta
  • Sono quindi nati layer intermedi che inegrati ad Ethereum permettono di renderlo scalabile
  • Tutti le applicazioni del punto 1 saranno costretti a integrare questi layer attendendo Ethereum 2.0
  • Non è detto che dopo l'arrivo di Eth 2.0 questi layer intermedi vengano abbandonati, anzi...

I migliori token legati allo scaling di Ethereum

Principalmente ne segnalo due, uno antichissimo (per così dire) e uno nato recentemente ma che ha già avuto un ampio appoggio dalla community.

Sto parlando di Loopring (LRC) e Skale Network (SKL).

I vantaggi di entrambi sono la loro presenza su tutti gli exchange più famosi (Binance, Coinbase & co) e il market cap ampiamente limitato rispetto alla futura adozione SICURA dei layers di scaling di Ethereum per i motivi sopra menzionati.

Band Protocol

Gli oracoli sembrano essere passati di moda rispetto a quando la community di Chainlink intasava le bacheche twitter di chiunque seguisse una pagina a tema crypto.

Sebbene le mode del momento possano essere diverse è da far notare però come il rivale di LINK, Band Protocol dal giorno del suo lancio prenda sempre più piede, sia come numero di richieste giornaliere sia come numero di partnership con altre applicazioni.

band protocol previsioni prezzo
Band Protocol permette alle Blockchain di accedere a dati esterni

Una delle partnership che più è passata in sordina è quella con Fantom! Se volete leggere tutti i dettagli di questa loro "partnership" ecco il tweet ufficiale della collaborazione tra Band Protocol e Fantom.

Sempre più richieste, sempre più collaborazioni, già listato ovunque... allora perchè il prezzo non sale?

Come già detto, le mode del momento sono altre in ambito crypto. Ma le mode si sa, durano un po', passano, ritornano. Il fatto che le applicazioni necessitino di oracoli può anche non essere la moda ma è un fatto che continuerà a sussistere anche nei prossimi mesi e anni (salvo che Ethereum non integri nelle sue prossime versioni qualche oracolo nativo, ma parliamo di 3-4 anni...).

Quindi con il market cap attuale e sopratutto con un prezzo che non ha subito chissà quali incrementi Band rimane un progetto su cui puntare e che può portare ottimi guadagni in futuro.

Scetticismo sulle altcoins

Per quanto riguarda tutto il resto, ho davvero poco niente da consigliare. Mentre le soluzioni di scalabilità sono necessarie e non possono essere in bolla, perchè nessuno le ha ancora adottate decentemente tutto il resto è a prezzi non sostenibili.

Mi spiego, se abbiamo detto che quasi tutte le DAPPS girano su Ethereum ed Ethereum non gira più... che conclusioni si possono trarre? Sopratutto a questi prezzi?

Se abbiamo detto che il pump attuale di Bitcoin nasce da un rimbalzo eccessivo del gatto morto che conclusioni si possono trarre?

Non sto consigliando di chiudere posizioni, siamo ancora nel pieno di una bull run. Ma sicuramente consiglio di evitare acquisti in questo momento specialmente per neofiti.

Il lavoro di accumulazione va fatto a mercati fermi o negativi mai in mercati bullish, salvo che stiate seguendo un piano di accumulo.

La salita del mercato non si fermerà a breve ma la discesa farà malissimo a tutti gli improvvisati e a tutti gli avari. Il punto chiave è capire cosa sta crescendo "gradualmente" e indipendentemente dal trend bullish e cosa sta seguendo bitcoin per via della correlazione automatica.

Le mie idee sono queste! E voi cosa ne pensate?

Commenti

  1. Complimenti per la chiarezza d'esposizione,
    davvero bell'articolo!

    RispondiElimina
  2. Grazie per l'ottimo articolo scritto per me è il migliore che ho letto in questo periodo lo trovo di grande aiuto GRAZIE non vedo l'ora che esca il prossimo, saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te. Sono felice che il mio contributo venga apprezzato :)
      Pubblicheró il prossimo a giorni e riguarderà la convenienza nell'investire su Coinbase, che ora ha meno hype rispetto a settimane fa

      Elimina

Posta un commento